L’osteopatia consiste in una terapia manuale, complementare alla medicina classica, composta da un sistema consolidato di assistenza alla salute basato sul contatto manuale per la valutazione ed il trattamento di diverse patologie. Essa si avvale di un approccio causale e non sintomatico mirando, quindi, alla ricerca e alla risoluzione della causa che, spesso, trova la sua locazione lontano dalla zona dolorosa. Pur non utilizzando farmaci, rimedi naturali, strumenti medicali o elettromedicali, attraverso la manipolazione di tessuti un osteopata è in grado di innescare i processi di auto-guarigione di cui è naturalmente dotato l’organismo. I disturbi sui quali l’osteopatia può agire interessano l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, cranio-sacrale, fasciale, viscerale, circolatorio ed endocrino. In particolar modo agisce su:

  • Cervicalgia, brachialgia, dorsalgia, lombalgia e sciatalgia
  • Discopatie
  • Artrosi
  • Cefalea, emicrania
  • Disturbi a carico degli arti superiori ed inferiori
  • Disequilibri posturali
  • Dolori muscolari e articolari da traumi o incidenti (es. dalle distorsioni ai colpi di frusta)
  • Disturbi viscerali (reflusso gastroesofageo, cattiva digestione, stipsi, dismenorrea ecc.)
  • Disturbi all’ATM, affezioni congestizie come otiti e sinusiti, acufeni, vertigini e sensazioni di instabilità
  • Stanchezza cronica
Ogni trattamento ha un razionale che si fonda sull’anatomia, fisiologia, neurologia e biomeccanica ed esso si pianifica anche in base alle caratteristiche cliniche e fisiche della persona. Oltre ad essere una valido contributo e supporto nella risoluzione di molte patologie, l’osteopatia si dimostra efficace anche nella prevenzione e nel mantenimento dello stato di salute. Inoltre interviene su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano alla donna in gravidanza.