OsteopatiaIl corpo della donna durante la gravidanza va incontro a modificazioni ormonali e biomeccaniche che possono generare sintomi alla colonna vertebrale lombare, dorsale, cervicale e agli arti.

Infatti l'aumento del peso e del volume addominale spostano il centro gravitazionale del corpo in avanti, condizione che associata ad un aumento della lassità legamentosa porta ad un aumento delle curve antero-posteriori della colonna vertebrale con conseguente sovraccarico funzionale muscolare, discale e capsulo-legamentoso.

La regione lombare è solitamente la zona del corpo più colpita da dolori in gravidanza, l'aumento della curva lordotica porta ad un adattamento dell'osso sacro che si orizzontalizza diminuendo così l'angolo lombo sacrale e del bacino che si porta in una posizione di antiversione. Ne consegue una  disfunzione della muscolatura lombare, addominale e pelvica; oltre alle alterazioni a carico delle articolazioni della colonna si creano disfunzioni articolari a carico delle ossa del bacino e delle anche, con conseguente adattamento delle ginocchia e dell'appoggio plantare.

Cosi come per l'arto inferiori, si creano adattamenti a carico del cingolo scapolare e delle articolazioni dell'arto superiore.

Il trattamento manipolativo osteopatico, associato ad esercizi individuali, è molto indicato in gravidanza. Difatti, dopo un'attenta valutazione funzionale, l'osteopata ha il compito di riequilibrare le articolazioni in disfunzione, approcciando in modo dolce e totalmente non invasivo tutte le strutture osteomuscolari che generano il sintomo descritto dalla futura mamma, senza perdere di vista quelli che sono gli adattamenti fisiologici e necessari che il corpo assume durante il periodo gestazionale.

L'obiettivo della manipolazione osteopatica non sarà quindi modificare la struttura per migliorare la sintomatologia, ma si concentrerà nell'aiutare il corpo ad accettare nel modo migliore le modificazioni posturali al quale viene sottoposto quotidianamente. Oltre ad essere indicato durante la gravidanza è molto utile nel post parto, quando il corpo dovrà nuovamente adattarsi a modificazioni ormonali e posturali differenti da quelle vissute nei mesi precedenti.

Dott. Andrea Madotto, Osteopata presso il Poliambulatorio Consorzio il Sole