Quante volte abbiamo detto: "da lunedì inizio la dieta"e puntualmente, i buoni propositi, vengono smentiti. Dipende dalla nostra forza di volontà? Questo non è del tutto vero.

Due modelli spiegano il nostro deficit

Due modelli provano a spiegare questo nostro deficit. Il "modello morale" e il "modello di Marlatt".

Il "modello morale" consiste nel fatto che il successo, in una dieta, viene determinato dalla "forza di volontà" del soggetto stesso. La dieta viene fallita da chi non ha abbastanza forze per mantenere sotto controllo il desiderio di mangiare. Questo modo di vedere la dieta è molto diffuso ma al tempo stesso molto insidioso poiché porta a credere che la stessa possa funzionare soltanto grazie alla forza di volontà. L'esperienza ha ormai dimostrato che questo non è vero.

A conferma di ciò arriva il "metodo di Marlatt". Marlatt e J. Gordon hanno dimostrato che la capacità di seguire un programma dietetico e la modifica del proprio stile di vita dipende dall'acquisizione di particolari abilità tramite tecniche specifiche (skill training). Queste abilità possono essere insegnate, apprese ed applicate nelle situazioni in cui è presente il rischio di mangiare troppo.

Come affrontare al meglio questo problema

Per affrontare al meglio il "rischio di mangiare troppo", presso i Poliambulatori del Consorzio il Sole è possibile seguire un programma nutrizionale ad hoc.

La dott.ssa Chiara Manila Galli grazie all'insegnamento di tecniche cognitivo-comportamentali, derivate dalla C.B.T. che aiutano a resistere alla fame, aiuterà tutti i richiedenti a seguire un percorso idoneo ad ogni situazione.

Per informazioni e visite, potrete contattarci al nostro C.U.P. (Centro Unico Prenotazioni) 02.61.11.11.6 o via mail a poliambulatori@consorzioilsole.it

dieta