I tumori della pelle spesso vengono sottovalutati in quanto non tutte le sue forme sono letali. Si tratta comunque di forme tumorali per le quali è necessaria una corretta prevenzione tramite il controllo periodico dal dermatologo e la corretta fotoprotezione.

Esistono diverse forme tumorali. Quelli più frequenti sono: il ‘basalioma’, lo ‘spinalioma’ e il ‘melanoma’ che prevede due forme. Una che progredisce lentamente, l'altra più rara ma molto più aggressiva, che si sviluppa velocemente, in pochi mesi, e non ha relazione con l'esposizione solare o con la quantità dei nei.  La seconda è responsabile della maggior parte della mortalità per questo tipo di cancro.

È necessario, quindi, sottoporsi almeno una volta all'anno ad un esame clinico dermatologico e ad un esame dermoscopico – con uno strumento semplice e non invasivo - che permette la valutazione specifica dei nei in pochi minuti.

La visita è ancora più importante per i soggetti che presentano i fattori di rischio come familiarità, un numero di nei superiore a 50, oppure presenza di nei di grandi dimensioni e dei nei congeniti, cioè presenti dalla nascita.

È opportuno far controllare la pelle di tutto il corpo ogni anno durante una visita dermatologica specialistica.

Oltre la metà dei tumori della pelle e dei melanomi, purtroppo, vengono scoperto dagli stessi pazienti che notano delle anomalie e si insospettiscono.

Un altro dato importante è che l'80% dei melanomi compare sulla pelle sana e non si origina da un neo. Non tutti sanno che i nei non sono pericolosi in sé ma sono solo un fattore di predisposizione per il melanoma che a volte può avere le sembianze di un neo. In realtà i nei che compaiono dalla pubertà si trasformano molto raramente. Infine il 3% dei melanomi non è pigmentato ma rosso o biancastro.

Per abbassare il rischio è necessario evitare le scottature solari nei primi 15-16 anni di età, fattore di rischio ormai universalmente accettato, così come è necessaria una fotoprotezione elevata a tutte fasce dell’età, specialmente per le persone con fototipo chiaro, con nei e lentiggini. Per questi soggetti si consiglia l’uso, quotidianamente, di una crema solare anche in città. Ad esempio se svolgono un lavoro all'aria aperta.

Il sole è un elemento fondamentale dell'esistenza e non va demonizzato ma è necessario evitare i danni al DNA delle cellule cutanee in quanto la pelle non è in grado di mettere in atto i fisiologici meccanismi di riparazione. Sottolineare questo aspetto è importante perché il basalioma e il spinalioma sono correlati strettamente ad una esposizione solare eccessiva e soprattutto cronica.

Proprio la prevenzione infatti, insieme alla diagnosi precoce ad un tempestivo intervento terapeutico, rappresenta il modo migliore per vincere la battaglia contro i tumori cutanei.

Questa opportunità viene offerta presso il nostro ambulatorio di dermatologia di via XXV Aprile. Per informazioni e prenotazioni contattateci allo 02.61.11.11.6